Combattere il peso in eccesso nel modo più sano possibile, si può grazie a tre armi: un piano alimentare ipocalorico, equilibrato e personalizzato, un opportuno programma di attività fisica e degli integratori specifici per le nostre esigenze.

Dimagrire in modo sano, da dove iniziare?

 

“Sicuramente dalla dieta -dice la dottoressa Marina Arnesano, biologa nutrizionista – come la intendevano gli antichi Greci, cioè “il complesso delle norme di vita (alimentazione, attività fisica, ecc.) atte a mantenere lo stato di salute”. Il termine dieta -continua la dottoressa – significa proprio stile di vita, da adottare quotidianamente e non soltanto stagionalmente.”

Un corretto regime alimentare, prevede anzitutto un apporto calorico adeguato alle esigenze dell’organismo. Per evitare l’aumento del peso corporeo, le calorie introdotte dovrebbero essere equivalenti a quelle consumate durante la giornata. Se le “entrate” alimentari superano le “uscite” energetiche, l’eccesso di calorie viene accumulato come riserva di grasso. Nelle diete ipocaloriche invece, avviene il contrario: le calorie impiegate per le azioni metaboliche, quindi in “uscita”, sono superiori rispetto a quelle introdotte con l’alimentazione; si ha quindi l’utilizzo delle riserve di grasso, di conseguenza la riduzione del peso corporeo. “Tuttavia non può ridursi tutto ad un semplice bilancio! -avverte la dottoressa Arnesano – Affinché la dieta sia equilibrata, deve apportare tutti i nutrienti necessari all’organismo nelle giuste proporzioni: carboidrati (55-60%), lipidi (25-30%), proteine (10-15%), vitamine, sali minerali e acqua.”

Come comportarsi a tavola?

 

“Bisogna cercare di adottare un’alimentazione variegata -aggiunge la nutrizionista – perché nessun alimento è completo e tutti i cibi contribuiscono con il proprio apporto energetico, vitaminico o minerale, alla realizzazione della dieta ideale.

Tra i vari alimenti occorre operare delle scelte, preferendo ad esempio i cereali integrali a quelli raffinati e aumentando il consumo di legumi, ortaggi e frutta.” I protagonisti principali delle nostre tavole, dovrebbero essere dunque i prodotti vegetali, che sono in grado di soddisfare il fabbisogno di sali minerali e vitamine e di facilitare il buon funzionamento dell’intestino. I vegetali inoltre, riducono il senso di fame e aumentano quello di sazietà, hanno un’attività antiossidante molto spiccata e quindi proteggono le cellule contrastando l’effetto dei radicali liberi.

Non finisce qui, perché gli alimenti vegetali hanno anche un effetto drenante e depurativo, che contribuisce alla stimolazione del metabolismo e alla riduzione dei liquidi in eccesso, responsabili spesso dei chili di troppo e di alcuni inestetismi.

Per combattere la ritenzione idrica, oltre ad assumere un corretto stile di vita, è opportuno adottare alcuni accorgimenti: aumentare l’introduzione di acqua, assumendola in maniera costante durante la giornata, ridurre il sale, sostituendolo con l’uso di spezie e aromi, ridurre il consumo di cibi conservati ricchi di sodio (salumi, insaccati), aumentare l’introito di alimenti ricchi di potassio (frutta e verdura disponibile durante le stagioni primaverile ed estiva) e fare una regolare attività fisica.”

DRENAVITAL: dimagrire in modo sano

 

Nonostante il rispetto di queste indicazioni, la gestione dei liquidi e la conseguente perdita di peso non risulta sempre facile. In questi casi si può ricorrere all’aiuto di integratori, come il DRENAVITAL della ditta Appin che, grazie alla sua composizione, facilita il dimagrimento, permettendo di raggiungere i risultati sperati in poco tempo.

Questo prodotto aiuta l’organismo a drenare via le scorie e stimolare un metabolismo poco efficace, preparandolo a rispondere al meglio alla dieta e al conseguente ottenimento del calo del peso. Il connubio di diversi estratti vegetali come carciofo, cicoria, asparago, fumaria e prugna, rendono il DRENAVITAL capace di stimolare i diversi organi coinvolti nei processi digestivi, favorendo una migliore performance degli stessi. La digestione dei grassi è favorita dalla presenza di carciofo che stimola la cistifellea, la cicoria coadiuva la funzione digestiva e la diuresi, l’asparago permette l’eliminazione delle scorie del metabolismo.

Il DRENAVITAL agisce anche su altri organi molto importanti nei processi digestivi: fegato, reni e intestino. L’azione sul fegato, è molto importante poiché l’integratore facilita all’interno dell’organo epatico, la trasformazione delle sostanze alimentari, separando le sostanze benevole dalle scorie. Queste ultime vengono facilmente eliminate, proprio grazie all’azione del DRENAVITAL sui reni, aiutandoli nella regolazione dei liquidi corporei. Inoltre, la fumaria contenuta nel DRENAVITAL, ha azione drenante e depurativa del rene e del fegato e favorisce il loro funzionamento. L’ultimo importante componente di questo prodotto è la prugna, che stimola la funzionalità intestinale, permettendo un corretto assorbimento di acqua, vitamine, sali minerali ed il mantenimento della flora batterica intestinale.

Puoi leggere questo articolo su: Sanità Salento